Trump ei Paesi "cessi", l'Onu si arrabbia

Cheryl Sanders
January 14, 2018

Riferendosi a paesi come El Salvador, Haite ed il continente africano: "Perché gli Stati Uniti dovrebbero avere tutta questa gente che arriva da questo cesso di Paesi?". "Alimenta razzismo e xenofobia", dicono le Nazioni unite. Dai suoi piu' stretti collaboratori invece zero commenti.

Parole che hanno fatto infuriare le organizzazioni per i diritti civili. Un'uscita decisamente razzista, definita come "benzina sul fuoco, una frase non consona con il modo in cui un presidente si dovrebbe comportare" dal senatore repubblicano Adriano Espaillat, di origini dominicane.


In base alla proposta, gli Stati Uniti "sarebbero costretti a tenere un gran numero di persone da paesi ad alta criminalità che non stanno andando bene", ha aggiunto Trump.

Intanto il presidente Usa è arrivato ieri sera a West Palm Beach, in Florida, con la first lady Melania e il figlio Barron, per trascorrere il lungo weekend nel suo resort di Mar-a-Lago. L'espressione volgare letteralmente "Shithole countries" usata da Trump ha subito sollevato un'ondata di proteste.


"Cattivo affare - ha scritto -". E volevano che andassi a tagliare il nastro?

Donald Trump continua a scioccare il mondo.


Other reports by iNewsToday

FOLLOW OUR NEWSPAPER